Contanti, ecco credito d’imposta da luglio  

Con l’introduzione della nuova soglia per i contanti, in vigore dal 1° luglio, arriva anche il credito d’imposta per le commissioni addebitate per uso del Pos. I costi che professionisti e imprese dovranno sostenere per le transazioni con carte di credito e altri strumenti di pagamento elettronici diventeranno un bonus fiscale del 30% rispetto ai costi per le operazioni. L’agevolazione garantisce una compensazione dal mese successivo a quello in cui sono state sostenute le spese. La misura è riservata a chi, nell’anno precedente, non ha superato la soglia di 400mila euro per quanto riguarda i ricavi. Il credito non concorre alla formazione del reddito ai fini delle imposte sui redditi e dell’Irap. 

Chi vuole ottenere il credito, deve utilizzare il software indicato dall’Agenzia delle Entrate per inviare la comunicazione entro i termini stabiliti e il credito potrà essere sfruttato dal mese successivo. 

Adnkronos

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: