Coronavirus, Bassetti: “Artificiale? Tesi senza fondamento”  

Dire che il coronavirus sta perdendo forza perché è un virus artificiale “è un’affermazione che non trova alcun fondamento scientifico”. Così Matteo Bassetti, direttore della clinica di Malattie infettive del Policlinico San Martino di Genova, sentito dall’Adnkronos Salute, commenta le parole di oggi del governatore del Veneto Luca Zaia, secondo il quale “se un virus perde forza con questa velocità probabilmente potrebbe essere di natura artificiale”. 

“Un virus – spiega Bassetti – perde forza perché ci sono meno casi, e questo mi pare abbastanza evidente”. Il Sars-CoV-2, “ha raggiunto un acme, sta discendendo e abbiamo decisamente un numero di casi molto inferiore a 4 settimane fa: è un discorso di evoluzione dell’epidemia. Inoltre – aggiunge – potrebbe anche darsi che abbia perso forza perché ha perso dei fattori di virulenza, ma questo non è ancora stato dimostrato scientificamente. Tutto ciò però – ribadisce – non c’entra con il fatto che sia naturale o artificiale”. Dunque “dire che siccome perde forza è stato creato in laboratorio è un’affermazione senza fondamento”. 

“Un virus – sottolinea – può rendersi più o meno aggressivo in maniera naturale. E’ avvenuto storicamente con tante altre epidemie del passato, da quelle influenzali a quelle di altri virus, non c’è niente di nuovo. Ci auguriamo che stia accadendo anche con il coronavirus e che magari fra 2-3 anni questo sarà un virus meno aggressivo simile a quello dell’influenza o a una sindrome più lieve”.  

Adnkronos

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: