Coronavirus, D’Amato: “A Roma e nel Lazio frenata di casi” 

“Si conferma a Roma e in tutto il Lazio una frenata di casi” Covid-19 positivi. Lo sottolinea l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato, in una breve conferenza stampa che si è tenuta all’Istituto Spallanzani di Roma dopo la visita del governatore Nicola Zingaretti. D’Amato ha fatto sapere di stare provvedendo anche “all’assistenza ai senza fissa dimora: abbiamo già eseguito diversi tamponi a sintomatici e allargato la possibilità di accoglienza in residenze alberghiere. Ci coordineremo con il sindaco per eventuali altre esigenze della città per contenere l’epidemia”. 

Spallanzani: “Continua trend aumento dimissioni e calo ricoveri” 

D’Amato fa poi sapere che “il Lazio produrrà nel giro di 72 ore un documento sull’estensione massiccia di test sierologici e test rapidi, in cui verranno esplicitate modalità e cluster di riferimento”.  

“La nostra Regione – ha ricordato – ha già effettuato circa 45mila tamponi. Non li faremo a tutti, continueremo con impegno, ma questo progetto prevede un intervento coordinato con le indicazioni nazionali che abbiamo chiesto e che in parte sono state esplicitate nella circolare ministeriale di ieri. Ci sono alcune sperimentazioni sia allo Spallanzani che a Tor Vergata e a breve emaneremo un documento con le modalità di somministrazione, i cluster di attenzione e le finalità, perché chiaramente ci sono classi di priorità come gli operatori sanitari, gli ospiti della Rsa, le comunità chiuse, il personale dei trasporti. Tutto questo sarà oggetto del documento che il Lazio produrrà in collaborazione con lo Spallanzani”.  

Adnkronos

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: