Coronavirus, zero casi nel paese di Burioni: “Ma nessuno si senta immune” 

Quattrocento anime e nessuna, almeno per ora, catturata dal nemico coronavirus. Casteldelci, il comune più occidentale della provincia di Rimini, non è un posto qualunque. Non solo perché Covid-free, ma anche perché in questo minuscolo paese affonda le sue radici il virologo Roberto Burioni. Scienziato fra i più citati in questi mesi di ‘infodemia’ sull’emergenza Sars-CoV-2, il docente dell’università Vita-Salute San Raffaele di Milano spiega all’AdnKronos Salute le ragioni di questo strano scudo che sembra proteggere il suo luogo del cuore. 

“Casteldelci – sottolinea – è un piccolissimo paese con pochi abitanti, in posizione defilata e con una densità di popolazione molto bassa. Questo certamente ha contribuito a difenderlo dall’infezione, ma è importante che le misure di precauzione vengano messe in atto ovunque – ammonisce il virologo – in quanto non esistono persone che possono ritenersi immuni dal pericolo rappresentato da questo virus”.  

A Casteldelci Burioni si dice “legatissimo”, come si legge in un articolo di stampa locale che lo scienziato posta su Facebook. Nel piccolo borgo “i miei genitori, in tempi normali, passano gran parte dell’anno nella casa di famiglia”, racconta al ‘il Resto del Carlino’. Esprimendo un sogno per quando tutto questo sarà finito: “Non vedo l’ora di tornare a Casteldelci per passare belle giornate all’aria aperta nella natura bellissima di quel luogo”. 

Adnkronos

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: