Di Maio: “Pronti ad accogliere turisti, no blacklist tra Paesi Ue” 

L’Italia è pronta dal prossimo 3 giugno ad accogliere i turisti stranieri sul proprio territorio e definisce “inammissibili” le blacklist tra Paesi Ue. E’ quanto ha detto, a quanto si apprende, il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, rivolto ai suoi omologhi di Germania, Austria, Croazia, Cipro, Grecia, Spagna, Portogallo e Slovenia in un vertice sui flussi turistici in Ue. “Dal 3 giugno l’Italia ripartirà a 360 gradi, con le giuste misure precauzionali, abbiamo dato prova di grande impegno e gli italiani soprattutto di grande senso civico e responsabilità – ha rivendicato il titolare della Farnesina – Dal 3 giugno dunque ci si potrà muovere tra le regioni e a tal proposito siamo pronti ad accogliere in sicurezza cittadini europei che vogliono passare le loro ferie in Italia, come ogni anno. Le nostre strutture sono pronte, preparate e all’avanguardia”.  

Il ministro ha quindi sottolineato come sia “inammissibile che ci siano delle blacklist tra i Paesi europei che fanno parte della stessa comunità. Se non cambiamo direzione, ci saranno serie ricadute economiche sul comparto turistico di tutti i Paesi europei, non solo dell’Italia”. “I corridoi turistici, tramite accordi bilaterali, sono contro lo spirito dell’Unione Uuropea. Ci dobbiamo tutti impegnare a non favorirne direttamente, né indirettamente tramite liste degli sconsigli”, avrebbe aggiunto Di Maio, impegnandosi inoltre a “fornire un report settimanale in più lingue dell’andamento epidemiologico regione per regione, siamo trasparenti”.  

Adnkronos

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: