Fase 2, Zaia: “Bel segnale riaprire tutti insieme dal 3 giugno” 

“Spero si decida di riaprire, e comunque tutti insieme, mi auguro dal 3 giugno”. Lo ha detto il presidente del Veneto Luca Zaia, nel consueto punto stampa sull’emergenza coronavirus, sperando che le notizie circolate sull’intenzione del governo di riaprire agli spostamenti tra regioni dal 3 giugno siano presto confermate. “Se sarà così’, secondo Zaia, si tratterà di un “bel segnale”. 

TRENI – In merito alla circolazione, chiede poi, che “Trenitalia ripristini le corse soppresse” perché “i treni iniziano a essere affollati, chiediamo a Trenitalia che ripristini le corse soppresse”. I percorsi, aggiunge, devono essere dedicati a “Venezia dove inevitabilmente e giustamente i cittadini arrivano con il treno”. 

CAOS PROCURE – “Il Capo dello Stato ha esercitato i suoi poteri” ha detto il presidente del Veneto, rispondendo a una domanda sul caos procure e il Csm, ha osservato: “Se qualcuno si indigna perché Mattarella è intervenuto è inopportuno, Mattarella ha fatto benissimo a intervenire”. “La situazione è imbarazzante. Non lo è solo per la controparte, perché Salvini è una vittima ed è innegabile, non faccio l’avvocato di nessuno, ma è la vittima di una specie di congiura”, ha osservato Zaia, aggiungendo che però l’altra parte lesa è “la stragrande maggioranza dei magistrati per bene”. “Quello che è accaduto non è da paese civile”, ha concluso.  

Adnkronos

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: