Tempo di lettura: < 1 minuto

Era una notte di Aprile e grazie all’insonnia lessi un articolo di un evento molto particolare che si svolgeva in Svezia.
Questo evento si chiamava Lunch Beat.

Era un fenomeno molto particolare che in qualche modo stimolava la mia creatività. Decisi di contattare chi stava sviluppando il progetto e insieme iniziammo a lavorare per una versione dedicata al mercato italiano.

Alcuni sondaggi sui social e l’interesse aumentava sempre più. I media iniziarono a contattarmi cercando di capire che cosa fosse questo Lunch Beat di cui si inizia a parlare così tanto sui social.

Proprio grazie ai social in pochi giorni si riuscì ad avere una copertura mondiale e in pochi giorni tutto il mondo stava parlando di Lunch Beat.

 

Tra i vari media anche Radio Capital e questa è la mia intervista nel programma Capital in The World.

Rispondi