Lo studio: “134mila vittime in Usa entro il 4 agosto” 

L’Institute for Health Metrics and Evaluation dell’Università di Washington (IHME) afferma di aver rivisto i suoi modelli per la previsione del coronavirus e di stimare attualmente almeno in 134.000 i decessi negli Stati Uniti entro il 4 agosto. 

A quanto riporta la Cnn, il direttore di IHME, Christopher Murray, ha spiegato che l’Istituto ha effettuato una “revisione importante nella nostra strategia di modelling” e che il suo team sta ora utilizzando un approccio ibrido, raccogliendo “dati sulla mobilità che vengono segnalati da quattro diversi provider di telefoni cellulari”, in modo da monitorare “l’effetto di un prematuro rilassamento nelle misure di distanziamento sociale”, un effetto che giudica “sostanziale”. 

“L’effetto di questo cambiamento nella struttura dei modelli è che il numero di decessi che prevediamo fino al 4 agosto ora aumenta a 134.000 decessi”, ha detto Murray, spiegando che esiste una “coda più lunga di morti”, il che significa che in alcuni stati si verificherà un decremento più lento. 

Adnkronos

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: