Tempo di lettura: 3 minuti

Domenica primo novembre, al situazione nel centro di Torino era a dir poco surreale.

Erano le 8:30 del mattino e come solito mi trovavo nel centro della città per andare al lavoro quando davanti a me una di quelle scene che sei abituato a vedere solo nei film americani.

Erano operai al lavoro per blindare completamente l’Apple Store. Subito avevo pensato a qualche lavoro di manutenzione alle vetrine dopo quello che era successo una settimana prima e invece mi sbagliavo.

La tensione in città era molto alta soprattutto nel centro perché si iniziava a parlare di una seconda manifestazione dove gli antagonisti si preparavano a spaccare tutto.

A leggere questo post iniziavo a preoccuparmi anche io. Curioso come le scimmie sono andato a vedere questo profilo instagram per capire che cosa pubblicassero e sinceramente il mio sangue si è gelato alla visione di alcune foto pubblicate.

Presenti anche altri molti video sugli sconti di qualche giorno prima e non ti nego che la mia preoccupazione era molto alta.

Dopo qualche ora la i vigili a consigliare ai negozi di chiudere alle ore 18:00.

Come puoi sentirti a vivere giorni simili? Di sicuro la paura del coronavirus passa ma ti viene la paura che ci possa essere gente simile in giro per la città.

Ah, di sicuro qualcuno penserà che pubblicando queste foto io stia facendo pubblicità al profilo instagram che può essere coinvolto negli scontri.

State tranquilli dopo poche ora il profilo è stato oscurato dalla polizia postale e sono partite le perquisizioni alle persone coinvolte.

La domenica si è conclusa senza incidenti e la manifestazione un flop!

Rispondi